MODELLI DI ORGANIZZAZIONE E GESTIONE EX D.LGS 231/2001

Lo Studio offre attraverso i propri professionisti, appositamente formati, il servizio di predisposizione del modello di Organizzazione e Gestione alle aziende e agli enti che desiderino tutelarsi nei confronti dei reati commessi nel loro interesse o a loro vantaggio da soggetti apicali e dai loro sottoposti. Il D. Lgs. 231/2001 disciplina la responsabilità degli enti per gli illeciti amministrativi dipendenti da reato e si rivolge alle persone giuridiche e alle associazioni, anche prive di personalità giuridica. Le fattispecie di reato e di

illecito che determinano la responsabilità amministrativa dell’ente rientrano nella categoria dei reati in danno alla Pubblica Amministrazione, dei delitti contro la pubblica fede, dai reati societari, dai delitti con finalità di terrorismo e di eversione dell’ordine democratico, di abusi di mercato, dei delitti contro la personalità individuale, dei delitti di omicidio colposo e lesioni, dei reati di ricettazione, riciclaggio, impiego di denaro “sporco”, dei delitti informatici e trattamento illecito dei dati, dei delitti contro l’industria e il commercio, dei delitti di violazione del diritto d’autore, dei delitti contro l’amministrazione della giustizia, dei delitti contro la persona, dei reati ambientali. I professionisti dello Studio, attraverso un’attenta analisi della struttura di corporate governance, dell’organizzazione e del sistema dei poteri, del sistema di controllo interno, individuando l’esistenza del rischio della commissione di reati presupposto e costruiscono protocolli specifici di prevenzione, che, se correttamente ed efficacemente attuati dell’ente, lo esimono da responsablità per i reati commessi nel suo interesse o a suo vantaggio da soggetti che svolgono funzioni di vertice nell’organizzazione e/o dai loro subordinati,

L’ente dotato di Modello di Organizzazione e Gestione deve munirsi altresì, di un Organismo di Vigilanza [O.d.V.] dotato di autonomi poteri di iniziativa e di controllo, con il compito di vigilare sul funzionamento e l’osservanza del modello, nonché di curarne l’aggiornamento. I professionisti dello Studio offrono la propria disponibilità a ricoprire funzioni di organismo di vigilanza, con riferimento a modelli di organizzazione e gestione predisposti da altri professionisti.

L’adozione del modello 231 oltre ad incidere direttamente sugli interessi economici e sulla sopravvivenza dell’ente, comporta un incremento di punteggio del rating di legalità, particolarmente importante ai fini dell’ottenimento di finanziamenti pubblici e di accesso al credito bancario.